L’Istituto Comprensivo di Nogara comprende i Comuni di Nogara e Sorgà, situati a sud della provincia di Verona. Nogara, con le frazioni di Caselle, Brancon, Montalto, Campalano e Barabò, conta circa 8.000 abitanti. Negli ultimi decenni si è sviluppata un’economia di tipo misto: in un tessuto agricolo in costante diminuzione si sono inseriti alcuni insediamenti industriali di piccole, medie e grandi dimensioni. Molto sviluppato il settore dei servizi.
Sorgà, con le frazioni di Bonferraro, Pontepossero, Pampuro e Torre Masino, ha una popolazione di circa 3.000 abitanti. Rispetto a Nogara, Sorgà presenta una maggiore percentuale di addetti nel primario e nel secondario e perciò lo sviluppo dei servizi è piuttosto contenuto. Frequentano la scuola di Sorgà anche gli alunni provenienti dal Comune di Erbè. In entrambi i Comuni è in costante aumento il numero di famiglie straniere; attualmente costituiscono il 23% circa della popolazione scolastica.
Gli Enti locali collaborano con l’istituzione scolastica fornendo servizi di supporto quali il trasporto scolastico, la mensa, la realizzazione di attività pomeridiane; la stipula di convenzioni con la scuola favorisce l’attuazione di iniziative varie.
Attivi sul territorio, sono l’associazionismo sportivo e culturale e le associazioni di volontariato le quali, accanto alle iniziative proposte dalle parrocchie, costituiscono occasioni educative che interagendo con la scuola, possono favorire il successo formativo e contenere fenomeni di disaffezione scolastica.
L’evoluzione dell’economia del territorio ha prodotto notevoli mutamenti socio-economici ed ha contribuito alla trasformazione dell’identità culturale della popolazione. L’immigrazione determina inoltre l’esigenza per la scuola di inserire tra le sue priorità formative il riconoscimento del valore della persona  attraverso percorsi finalizzati.

Forte è la richiesta di approccio alle nuove tecnologie della comunicazione, la conoscenza di una lingua straniera, in particolare Inglese e la pratica di attività sportive. A queste richieste la scuola intende rispondere utilizzando al meglio le risorse interne e stabilendo relazioni con il territorio, per una valida collaborazione.